Che cos’è la circolazione extra-corporea?

La circolazione extra-corporea, detta anche “macchina cuore-polmoni”, è un dispositivo biomedicale in grado di svolgere temporaneamente le funzioni cardio-polmonari.

 

A cosa serve la circolazione extra-corporea?

La circolazione extra-corporea è un’apparecchiatura fondamentale in ambito cardiochirurgico nel caso in cui si debba intervenire su cuore fermo ed esangue. Tale dispositivo, infatti, consente di mantenere in vita il paziente, assicurando l’irrorazione dei tessuti e degli organi.

 

Come funziona la circolazione extra-corporea?

Il sangue viene prelevato dalle vene cave (superiore e inferiore) o dall’aorta e attraverso un sistema di cavi e tubi viene raccolto in un ossigenatore, un dispositivo con il compito di ossigenare il sangue mediante flusso di ossigeno, e poi pompato nel sistema arterioso del paziente.

 

La circolazione extra-corporea è pericolosa o dolorosa?

L’utilizzo di questa apparecchiatura è sicuro e non è pericoloso. Il paziente, nel corso degli interventi cardiochirurgici in cui si ricorre alla circolazione extra-corporea, è sotto anestesia totale e non avverte dolore.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.