Che cos’è e a cosa serve l’incubatrice neonatale?

L’incubatrice neonatale (o culla termica) è un macchinario presente in alcune strutture ospedaliere che ha il compito di accogliere temporaneamente neonati pretermine o sottopeso. L’incubatrice ricrea l’ambiente intrauterino e assicura ai piccoli le giuste condizioni per sopravvivere e crescere. Una volta raggiunta la giusta temperatura corporea e il giusto peso, i bambini possono lasciare l’incubatrice. Il tempo di permanenza varia in base ai casi clinici e alle condizioni del bambino.

 

Come funziona l’incubatrice neonatale?

Si tratta di un dispositivo dotato di un ripiano con un materassino, su cui viene adagiato il neonato, e di una copertura rigida trasparente fornita ai lati di aperture tonde attraverso cui gli operatori sanitari infilano le mani per la cura del neonato o i genitori possono interagire con il proprio figlio.

L’aria all’interno della copertura è sterile grazie all’uso di appositi micro filtri, e ossigenata mediante un tubo.

Un sistema elettronico permette di monitorare i parametri vitali del neonato (battito cardiaco, respirazione) e di tener controllati il peso e la temperatura, oltre che di verificare il livello di ossigenazione e calore della culla termica.

 

L’incubatrice neonatale è pericolosa o dolorosa?

L’uso dell’incubatrice è sicuro e non provoca dolore.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.