Che cos’è e a cosa serve il macchinario per la TAC?

Il macchinario per la TAC (tomografia computerizzata) è un dispositivo cui si ricorre nell’ambito della diagnostica per immagini. Sfruttando l’emissione dei raggi X permette di acquisire immagini di tutto l’organismo o delle sezioni anatomiche di interesse. Le immagini vengono poi rielaborate da un computer e sono leggibili in tutti i piani dello spazio.

 

Come funziona il macchinario per la TAC?

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino, in una posizione determinata in base al distretto da analizzare. Il lettino scivola nel macchinario per la tac. L’apparecchio genera un fascio di raggi X che, attraversando il corpo, perdono intensità in funzione della densità dei tessuti incontrati. I raggi in uscita vengono rilevati dallo strumento che li convertirà in immagini, visualizzabili a monitor.

 

Il macchinario per la TAC è pericoloso o doloroso?

Sottoporsi a una TAC è una procedura che non provoca alcun dolore, ma la quantità di radiazioni emessa dalla macchina, in alcuni casi, può essere alta, quindi è necessario prescriverla con prudenza e oculatezza, soprattutto nei bambini e nelle donne in età fertile.

Qualora, ai fini dell’esame, sia necessaria l’iniezione di un liquido di contrasto, il paziente avvertirà una sensazione di calore.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.