Una buona postura in generale è fondamentale per il benessere fisico. Infatti, essa è implicata in molte problematiche muscolo-scheletriche, tra cui il mal di schiena e le dolorose contratture delle spalle dovute alla scorretta postura in auto.

Ci siamo rivolti al dottor Stefano Respizzi, Responsabile del Dipartimento di Riabilitazione e Recupero Funzionale in Humanitas, per avere dei consigli sulla postura da assumere in auto per non mettere a repentaglio la salute della nostra schiena.

Qual è la corretta postura quando siamo alla guida?

“L’ottanta per cento delle persone sperimenta nella vita almeno un episodio di mal di schiena, spesso scatenato da sovraccarico alla colonna vertebrale”, afferma il dottore. E aggiunge: “Ciò accade, per esempio, ai guidatori come conseguenza della continua antiversione e retroversione del bacino per l’uso continuo delle gambe per accelerare e frenare”.

Ecco perché occorre prestare molta attenzione alla postura che si assume in auto – soprattutto se si affrontano viaggi che superano i duecento chilometri – adottando alcuni accorgimenti per prevenire il mal di schiena:

  •    il sedile deve essere posizionato in avanti e in verticale;
  •    la schiena deve essere dritta (non si deve assumere la postura da pilota di Formula 1);
  •    il ginocchio deve essere semi flesso a 30°, quindi né troppo piegato né disteso (a 90° per il passeggero);
  •    l’auto deve essere dotata di sedili con cuscinetto ergonomico di supporto lombare, ad altezza regolabile o, in alternativa, si può utilizzare un cuscino o un asciugamano.

Quali altri consigli per evitare i dolori alla schiena quando viaggiamo in auto?

Il consiglio, sia per il guidatore sia per i passeggeri, è quello di fare pause frequenti. “Ogni duecento chilometri circa è bene fare una sosta”, suggerisce l’esperto.

E conclude: “Basta una breve passeggiata per sgranchire le gambe e sciogliere la tensione, permettendo così alla nostra colonna di ritrovare la sua corretta postura”.