Cosa sono le arachidi?

Le arachidi sono i semi dell'Arachis hypogaea, specie che appartiene alla famiglia delle Leguminosae (o Fabaceae). Sono ritenute native del Centro America. Oggi rappresentano uno dei semi da olio più coltivati e tra i suoi produttori principali a livello commerciale troviamo Cina, India, Stati Uniti e alcune nazioni africane.

Quali sono le proprietà nutrizionali delle arachidi?

100 grammi di arachidi tostate hanno un apporto calorico di circa 598 Cal così ripartite:

  • 19% proteine
  • 75% lipidi (circa: 23% monoinsaturi, 14% polinsaturi, 7% saturi)
  • 6% carboidrati

Nello specifico, 100 g di arachidi contengono circa:

  • 25,80 g di proteine
  • 16,13 g di carboidrati
  • 8,5 g di fibre (soprattutto insolubili)
  • 92 mg di calcio
  • 49,24 g di lipidi
  • 8,33 mg di vitamina E
  • 0,135 mg di riboflavina
  • 12,066 mg di niacina
  • 0,384 mg di piridossina
  • 1,767 mg di acido pantotenico
  • 705 mg di potassio
  • 0,640 mg di tiamina
  • 240 µg di folati
  • 3,27 mg di zinco
  • 4,58 mg di ferro
  • 1,144 mg di rame
  • 1,934 mg di manganese
  • 76 mg di fosforo
  • 18 mg di sodio
  • 168 mg di magnesio
  • 7,2 µg di selenio

Le arachidi sono fonti di composti fenolici, in particolare di resveratrolo, biocanina-A, acido p-cumarico e genisteina.

Quando non mangiare le arachidi?

Non si conoscono circostanze in cui le arachidi possano interferire con farmaci o altre sostanze. Nel dubbio è meglio rivolgersi al proprio medico per un consiglio.

Stagionalità delle arachidi

In Italia la raccolta delle arachidi avviene tra settembre e ottobre, ma si trovano sul mercato tutto l'anno.

Possibili benefici e controindicazioni delle arachidi

Benché si tratti di legumi, le arachidi presentano qualità molto simili a quelle della frutta secca a guscio. I loro grassi monoinsaturi contribuiscono a ridurre il colesterolo cattivo e ad aumentare quello buono, mentre le loro proteine sono fonti di aminoacidi di alta qualità che sono necessari per la crescita e lo sviluppo. L'acido p-cumarico e il resveratrolo sono ottimi antiossidanti. Il primo si ritiene sia in grado di ridurre il rischio di cancro allo stomaco, mentre il secondo sembra svolgere un'azione protettiva contro tumori, malattie cardiovascolari e neurodegenerative e infezioni virali o micotiche. Ulteriori composti dalle proprietà antiossidanti sono la biocanina-A, la genisteina e la vitamina E. Invece, le vitamine del gruppo B agevolano il buon funzionamento del metabolismo.

Le arachidi possono essere causa di gravi reazioni allergiche.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista. Per assicurarsi una nutrizione sana ed equilibrata è sempre meglio affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.