Cosa è l'arancia rossa?

L'arancia rossa è un agrume che si caratterizza per la sua particolare polpa di colore rosso. In Sicilia sono identificabili tre varietà (Tarocco, Moro e Sanguinello) a Indicazione Geografica Protetta (IGP) che vengono coltivate nelle province di Enna, Catania, Ragusa e Siracusa.

Quali sono le proprietà nutrizionali dell'arancia rossa?

Un'arancia rossa di dimensioni medie ha un apporto calorico di circa 80 cal, ovvero quasi 34 ogni 100 grammi, suddivise soprattutto in carboidrati, poche proteine e ancora meno grassi.

L'arancia rossa è conosciuta come fonte di:

  • vitamina C
  • vitamina A
  • vitamina B1
  • vitamina B2
  • vitamina K
  • vitamina PP
  • fibre
  • acido citrico
  • calcio
  • folati
  • antocianine (in particolare cianidina)
  • altri minerali e vitamine

Quando non mangiare l'arancia rossa?

Mangiare l’arancia rossa può interferire con l’assunzione di farmaci diuretici, di alcuni antibiotici (macrolidi) e degli antistaminici.

Stagionalità dell'arancia rossa

In quanto frutto invernale, l’arancia rossa è solitamente disponibile sul mercato da dicembre ai primi di maggio. Nello specifico, la varietà Moro è generalmente in commercio tra dicembre e marzo, mentre la Tarocco è reperibile da gennaio a maggio.

Possibili benefici e controindicazioni dell'arancia rossa

Grazie soprattutto alle sue proprietà antiossidanti, l'arancia rossa è considerata ottima per la salute. A conferirgliele sono sia la vitamina C – presente nelle tre varietà siciliane in quantità superiori rispetto alle altre arance – sia molecole come la cianidina. Quest’ultima è anche nota per le sue proprietà antinfiammatorie e antitumorali, e pare utile per ridurre il colesterolo cattivo. Inoltre, la cianidina può agevolare la salute dello stomaco e della vista, tenere sotto controllo il diabete, prevenire l'obesità e proteggere vasi sanguigni e globuli rossi.

I folati presenti nell'arancia rossa risultano utili per soddisfare i fabbisogni di acido folico dell'organismo femminile durante la gravidanza e per prevenire in questo modo il presentarsi di gravi difetti dello sviluppo del sistema nervoso. Infine, la presenza di vitamina K, insieme al basso contenuto di sodio, aiuta a contrastare la pressione alta, mentre l'acido citrico serve a prevenire i calcoli renali e la fibra aiuta il transito intestinale controllando, contemporaneamente, l'assorbimento di zuccheri e colesterolo.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista. Per assicurarsi una nutrizione sana ed equilibrata è sempre meglio affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.