Devitalizzazione del dente (endodonzia)

La parte più interna del dente si chiama polpa dentaria ed è costituita da nervi e sangue. La sua esposizione per carie o fratture porta alla necessità di devitalizzare (ossia rimuovere la polpa dentaria) e sigillare i canali che la ospitano all’interno delle radici.

Talvolta è opportuno devitalizzare denti che devono ospitare al proprio interno le capsule di supporto dei ponti.

Le devitalizzazioni di denti già devitalizzati si chiamano ritrattamenti canalari ed hanno come  scopo quello di perfezionare la sigillatura dei canali che sarebbero altrimenti esposti a infezione batterica.

Perché può essere utile devitalizzare un dente?

Senza una devitalizzazione, qualora sia necessaria, il paziente è immancabilmente esposto sia a mal di denti che potenziali ascessi.

In cosa consiste la devitalizzazione di un dente?

Dopo aver effettuato l’anestesia, si procede – se richiesta – alla preparazione di una cavità d’accesso.

I canali vengono puliti e sagomati con appositi strumenti rotanti e manuali, nonché con l’ausilio di lavaggi effettuati a mezzo di siringa riempita di disinfettante clorato.

Ci sono alternative alla devitalizzazione di un dente?

Non esistono valide alternative terapeutiche alla devitalizzazione. Nel caso sia già presente una devitalizzazione e permanesse un granuloma, si può eseguire un approccio chirurgico per rimuoverlo.

È un trattamento rischioso?

La variabilità dell’anatomia dei denti può rendere difficile reperire i canali. Un’anatomia complessa dei canali può rendere difficile raggiungere l’apice, causando granulomi. E’ raccomandato di evitare di sollecitare il dente durante il periodo intercorrente tra la devitalizzazione e la ricostruzione dello stesso al fine di evitare fratture.

È sempre fondamentale chiedere agli operatori di non usare guanti in lattice nel caso in cui si dubiti o si sia certi di allergia a questo materiale.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.