Radioterapia stereotassica corporea

Cos’è radioterapia stereotassica corporea?

La radioterapia stereotassica corporea (SBRT, Stereotactic Body Radiation Therapy) è un’innovativa tecnica radioterapica non invasiva che consente di inviare un’elevata dose di radiazioni direttamente sul volume tumorale con estrema accuratezza e precisione, provocandone la morte cellulare (necrosi). Tale tecnica viene eseguita in regime ambulatoriale e non richiede anestesia, il paziente non è in nessun momento radioattivo e può proseguire la sua normale vita familiare. Viene effettuata una seduta quotidiana, che non genera dolore. Generalmente un ciclo è composto da 1 a 6 sedute.

Come viene effettuata?

1. fase pre-trattamento:

  • preparazione di un sistema di immobilizzazione esterno (maschera termoplastica, cuscino personalizzato ad aria compressa) della parte del corpo interessata molto ben tollerabile, senza l’uso di metodiche invasive;
  • effettuazione di una TAC e/o PET o RMN di simulazione, ossia del paziente in posizione di trattamento, durante la quale vengono acquisite le immagini per l’elaborazione del piano di cura personalizzato.

2. fase di trattamento

una seduta quotidiana di radiochirurgia per un massimo di 6 sedute, indolori e della durata effettiva di pochi minuti. Potrà essere valutata dal medico una medicazione quotidiana con farmaci per ridurre gli effetti infiammatori sul tessuto irradiato durante e dopo il trattamento.

In quali tumori è indicata?

La radiochirurgia stereotassica corporea (SBRT) è una terapia utilizzabile per:

  • metastasi dei linfonodi dell’addome o della pelvi
  • trombi neoplastici vascolari
  • tumori del pancreas
  • tumori della prostata
  • tumori primitivi e metastasi del fegato
  • tumori primitivi e metastasi del polmone

Chi dà l’indicazione al trattamento?

L’indicazione per la terapia viene data dallo specialista in radioterapia dopo un consulto con il paziente durante il quale vengono effettuate:

  • la raccolta della storia clinica del paziente
  • la valutazione del quadro clinico e degli esami effettuati (TAC, RMN, PET)
  • la valutazione di rischi e benefici dell’eventuale trattamento

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.