Che cos’è?

 

Si tratta di un enzima che è situato soprattutto all’interno del fegato. Con il danneggiamento di quest’organo, l’alanina aminotransferasi viene rilasciata all’interno del sangue.

 

Perché misurare l’alanina aminotransferasi?

 

L’esame può essere utile allo scopo di osservare la funzionalità epatica, la valutazione dello stato di salute del fegato in caso di epatite o nei soggetti che hanno familiarità con le malattie epatiche o che assumono sostanze alcoliche in larga misura. Può essere inoltre adatto a valutare le eventuali conseguenze derivate dall’utilizzo di farmaci epatotossici.

 

Sono previste norme di preparazione all’esame?

 

Di solito il prelievo si esegue di mattina. Il medico suggerirà se sia necessario effettuarlo a stomaco vuoto.

 

L’esame è pericoloso o doloroso?

 

L’esame non è pericoloso e non provoca dolore alcuno; il paziente potrà solo percepire il fastidio dovuto all’ingresso dell’ago nel braccio.

 

Come funziona l’esame?

 

L’esame viene eseguito tramite un prelievo di sangue.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.