Che cos’è il PSA?

 

L’antigene prostatico specifico è una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata ed è utile a fluidificare il liquido seminale. Piccole concentrazioni di PSA sono solitamente presenti nel circolo sanguigno, ma un suo elevato livello possono segnalare una condizione anomala della ghiandola.

 

Perché si misura l’ antigene prostatico specifico?

 

Il PSA è ritenuto un indicatore di potenziali disturbi alla prostata; la sua utilità è stata però frequentemente contestata per via della limitata sensibilità di questo enzima.

Alti livelli di PSA potrebbero difatti rivelare tanto l’esistenza di patologie benigne (una prostatite o un’iperplasia prostatica benigna) quanto di affezioni importanti (come, ad esempio, un tumore della prostata).

 

Sono previste norme di preparazione all’esame?

 

Il prelievo si esegue solitamente in mattinata. Il medico suggerirà se sia necessario – o meno – essere a stomaco vuoto.

 

L’esame è pericoloso o doloroso?

 

L’esame non è in alcun modo pericoloso o doloroso. Il paziente potrebbe percepire il fastidio dovuto all’ingresso dell’ago nel braccio.

 

Come si svolge?

 

L’esame viene effettuato tramite un normale prelievo del sangue.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.