Si tratta di un approccio innovativo in vaccinologia, sviluppatosi intorno agli anni Novanta, che punta all’identificazione del bersaglio contro cui rivolgere il vaccino partendo dal DNA del germe e dal sequenziamento del suo genoma. Punto di partenza non è più dunque il germe stesso o le sue componenti.