Che cos’è l’acanthamoeba?

 

Si tratta di un ameba che può causare infezioni al sistema nervoso centrale che possono essere anche fatali.

 

Come si contrae un’infezione da acanthamoeba?

 

L’infezione da questa ameba può essere contratta attraverso ferite o l’epitelio dell’apparato olfattivo o, ancora, tramite l’esposizione ambientale.

 

Quali sono i sintomi di un’infezione da acanthamoeba?

 

Essa si manifesta tramite dei sintomi che corrispondono a tre sindromi cliniche:

 

  • l’encefalite granulomatosa amebica
  • la malattia granulomatosa amebica disseminata
  • la cheratite amebica.

 

Come si può curare un’infezione da acanthamoeba?

 

La cheratite amebica è trattata con degli antimicrobici a uso atopico, con più principi attivi che vengono utilizzati in combinazione. Possono essere previsti anche degli interventi chirurgici mentre di solito è sconsigliato l’uso di steroidi.

In caso di encefalite può essere risolutiva una combinazione di vari principi attivi come la pentamidina, l’itraconazolo, il fluconazolo, la flucitosina e la sulfadiazina.

Per l’encefalite granulomatosa amebica ad oggi non si è ancora stabilito un preciso trattamento. Spesso la prognosi è infausta; per questo motivo la diagnosi ed il trattamento devono essere più precoci possibile.

 

Importante avvertenza

 

Le informazioni di questa scheda forniscono delle semplici indicazioni generali e non possono in nessun caso sostituirsi al parere del curante. In presenza di una situazione di malessere è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al più vicino presidio di Pronto Soccorso.