Che cosa sono gli acidi grassi a media catena?

Gli acidi grassi a media catena sono conosciuti anche come MCT, dall’inglese Medium Chain Triglycerides; si tratta di grassi ottenuti dalla lavorazione di oli (solitamente di cocco o di semi di palma) per la preparazione di prodotti a uso medicinale.

 

Qual è la funzione degli acidi grassi a media catena?

Gli acidi grassi a media catena vengono inseriti come fonte di grassi nel piano alimentare di persone che non possono consumare un diverso tipo di grassi. Vengono anche utilizzati in caso di problemi gastrointestinali come diarrea, steatorrea, celiachia, malattie epatiche e problemi digestivi associati a gastrectomia o sindrome dell’intestino corto, insieme ai trattamenti farmacologici. Se ne consiglia l’uso in caso di galatturia e chilotorace, problemi alla cistifellea, fibrosi cistica, AIDS e, nei bambini, di convulsioni.

 

Si ipotizza che gli acidi grassi a media catena siano utili nella produzione di sostanze che possono combattere l’Alzheimer. Infine, vengono assunti da alcuni atleti come supporto nutrizionale per l’allenamento e per aumentare la massa magra riducendo allo stesso tempo il grasso corporeo.

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) non ha autorizzato i claim secondo cui gli acidi grassi a media catena:

aiutano ad aumentare la sazietà, ad aumentare il consumo energetico e il metabolismo, perdendo così peso e tendono a ridurre il peso corporeo e il grasso in caso di sovrappeso;

aiutano a mantenere un peso corporeo sano e bilanciato e ad evitare l’accumulo di grasso, soprattutto quello addominale, se inclusi nell’apporto di grassi consigliato;

aiutano a controllare il peso corporeo e a limitare l’accumulo di grasso.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

Non si ha testimonianza della possibile interferenza degli acidi grassi a media catena con farmaci o altre sostanze.

Se assunti per via orale sono considerati sicuri per la maggior parte delle persone, ma possono causare effetti collaterali come diarrea, vomito, irritabilità, nausea, fastidi allo stomaco, meteorismo e carenze di grassi essenziali; per limitarli può essere utile assumerli a stomaco pieno.

Gli acidi grassi a media catena potrebbero essere controindicati in caso di diabete, problemi epatici, gravidanza e allattamento.

In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.