Che cos’è l’Arnica montana?

 

L’ Arnica montana è un’erba della famiglia delle Asteraceae i cui fiori vengono utilizzati per ottenere prodotti ad uso medicinale.

 

A cosa serve l’ Arnica montana?

 

L’ Arnica sembra contenere principi attivi in grado di alleviare l’infiammazione e il dolore. Inoltre, le vengono attribuite proprietà antibiotiche. Applicata sulla pelle, viene utilizzata proprio per ridurre dolore e gonfiore, per esempio in presenza di slogature e problemi di artrite,  acne, punture di insetto,disturbi ai muscoli e alle cartilagini e labbra screpolate. Inoltre, l’Arnica è un ingrediente di tonici per capelli e preparati anti-forfora.

 

In forma di pastiglie, invece, viene  proposta contro mal di gola, flebite superficiale e fastidi alle gengive associati all’estrazione dei denti del giudizio. Non risulta, però, che l’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) abbia autorizzato claim che giustifichino l’uso di integratori a base di arnica a questi o altri scopi.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

 

L’assunzione di integratori a base di Arnica potrebbe interferire con quella di anticoagulanti e antiaggreganti. In caso di dubbi, è quindi bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Va ricordato che l’assunzione di dosi elevate di arnica è pericolosa: quest’erba, infatti, è  considerata velenosa e sono stati riportati decessi in seguito al suo consumo. Inoltre, la sua assunzione per via orale può scatenare irritazioni di bocca e gola, mal di stomaco, vomito, diarrea, rash cutanei, asma, tachicardia e ipertensione, danni al cuore e insufficienze d’organo. Inoltre, l’Arnica può essere associata ad aumento delle emorragie, coma e reazioni allergiche (soprattutto in caso di allergia a piante appartenenti alla famiglia delle Asteraceae).

 

L’assunzione di Arnica è sconsigliata sia durante la gravidanza che durante l’allattamento, in caso di sindrome dell’intestino irritabile, ulcere gastrointestinali, malattia di Crohn o altri disturbi gastrointestinali e in caso di tachicardia, di pressione alta e di interventi chirurgici programmati. Anche in questo caso,  in presenza di dubbi sulla sicurezza della sua assunzione è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.