Lipoma

Si tratta di un tumore benigno composto da tessuto adiposo. Generalmente si manifesta circoscritto e limitato da una capsula. Solitamente preferisce crescere nel tessuto adiposo sottocutaneo, però può apparire anche in altre zone (mammella, rene, apparato digerente, intestino, articolazioni). Guarisce se eliminato.

Che cos’è il lipoma?

I lipomi si manifestano come masse pastose al tatto e sono abbastanza semplici da individuare perché si muovono facilmente con una lieve pressione delle dita. Possono venire a ogni età, però succede più spesso dopo i 50 anni.

Quali sono le cause del lipoma?

La ragione che dà inizio allo sviluppo dei lipomi è ancora ignoto. Dal momento che il problema si presenta spesso dentro a una stessa famiglia, si ritiene che nella suscettibilità all’insorgenza le ragioni genetiche abbiano un ruolo fondamentale.

Quali sono i sintomi del lipoma?

Il lipoma si manifesta come un nodulo di grasso sotto la cute. Solitamente non ha un diametro più grande di 5 centimetri. Compare più spesso su collo, spalle, schiena, addome, braccia e cosce. È morbido e pastoso al tatto e si muove facilmente con una lieve pressione delle dita. La gran parte delle volte non dà nessun fastidio, però può causare dolore se schiaccia i nervi vicini.

Come prevenire il lipoma?

Lo stile di vita influisce sullo stato di salute. Per scoraggiare il più possibile l’insorgenza di tumori e di altre malattie, oltre a fare regolarmente dei controlli medici per una giusta diagnosi precoce, è meglio rispettare anche altre regole:

  • non fumare;
  • consumare molta frutta e verdura;
  • limitare il consumo di grassi principalmente animali;
  • limitare il consumo di sostanze alcoliche ed evitare l’utilizzo di sostanze stupefacenti;
  • tenere sotto controllo il peso corporeo;
  • non esporsi troppo alla luce del sole e limitare l’uso di lampade abbronzanti;
  • avere una vita sessuale responsabile.

Diagnosi

Per diagnosticare un lipoma il dottore si serve di:

  • Esame fisico generale;
  • Estrazione di un campione di tessuto (biopsia) per farne l’analisi;
  • Ecografia;
  • Altri test di imaging, tipo risonanza magnetica o Tac, se il lipoma è grande, ha caratteristiche inusuali o pare messo più in profondità confronto al tessuto adiposo;
  • Endoscopia: i lipomi del tratto digestivo (esofago, stomaco, duodeno, intestino, colon-retto) sono frequentemente un riscontro occasionale in corso di esami endoscopici fatti per altra ragione. Nel dubbio di diagnosi differenziale con un’altra malattia del tratto digestivo, per esempio il GIST (vedi link), si può` richiedere al paziente un altro accertamento endoscopico: l’ecoendoscopia (EUS) che consente di riconoscere con precisione lo strato di origine della lesione e consente di differenziare il tessuto grasso da altre tipologie di tessuto.

Trattamenti

Generalmente non serve che il lipoma venga curato. Se però si mette in una posizione fastidiosa, causa dolore o cresce troppo, può essere tolto. Le procedure di rimozione comprendono:

  • Rimozione chirurgica;
  • Liposuzione;
  • Iniezioni di steroidi (questa pratica solitamente minimizza il lipoma, ma non lo elimina del tutto)

 

Disclaimer

Le informazioni riportate sono da intendersi come indicazioni generiche e non sostituiscono in alcuna maniera il parere dello specialista.

Prenota