Che cos'è il cobalto?

Il cobalto è un elemento presente in tracce nell'organismo, ma essenziale per la salute.

 

A che cosa serve il cobalto?

Il cobalto è parte integrante della vitamina B12 e per questo è essenziale per il funzionamento della cellula. Interviene nella produzione dei globuli rossi e di composti antibatterici e antivirali che prevengono le infezioni, nel metabolismo dei grassi e dei carboidrati, nel processo di sintesi delle proteine e nella conversione dei folati nella loro forma attiva.

Il cobalto  previene la demielinizzazione del tessuto nervoso, la perdita della membrana che avvolgendo i nervi garantisce un'efficiente trasmissione dell'impulso nervoso.

 

 In quali alimenti è presente il cobalto?

Il cobalto è presente nel fegato, nei reni, nelle ostriche, nelle vongole, nel pesce, nel latte, nei prodotti fermentati della soia e nella birra.

 

 Qual è il fabbisogno giornaliero di cobalto?

In genere un adulto ha bisogno dai 5 agli 8 mg di cobalto al giorno.

 

Quali conseguenze può determinare la carenza di cobalto?

Una carenza di cobalto associata a quella della vitamina B12 può causare un’anemia perniciosa, disturbo caratterizzato da una condizione di estrema debolezza e sensazioni di addormentamento e  formicolio agli arti inferiori e superiori, nausea, perdita di peso, confusione, mal di testa.

Inoltre se la carenza di questo minerale persiste a lungo, può dar luogo a disturbi  e danni neurologici, perdita di memoria, cambiamenti dell'umore e psicosi. Nel peggiore dei casi tali disturbi possono risultare fatali.

 

Quali conseguenze può determinare un eccesso di cobalto?

Un eccesso di cobalto può causare problemi cardiaci, incluso lo scompenso cardiaco congestizio. Inoltre, può portare a una produzione eccessiva di globuli rossi, con un aumento del rischio di formazione di coaguli e di ictus.

 

È utile assumere cobalto sotto forma di integratori e supplementi alimentari?

Il cobalto può essere prescritto sotto forma di vitamina B12 nel trattamento dell'anemia perniciosa. In generale, però, per garantire quantità sufficienti è bene affidarsi ad un'alimentazione sana ed equilibrata.