La lingua è lo specchio della salute

Per centinaia di anni l’analisi visiva della lingua è stata utilizzata come efficace metodo diagnostico, una sorta di cartina di tornasole del nostro benessere. Oggigiorno questa pratica si è persa, lasciando il posto alla diagnostica strumentale.

Abbiamo chiesto all’Unità Operativa di Dermatologia di Humanitas.

Perché la lingua rappresenta un valido aiuto nella diagnosi?

“La lingua è composta da muscoli rivestiti da mucosa, dove risiedono le papille gustative e dove sono presenti i villi, che assomigliano a un tappeto erboso. È un organo molto vascolarizzato e innervato”, spiega il professore.

Semplicemente osservando la lingua, il medico può trarre importanti informazioni che rappresentano il campanello d’allarme di possibili malattie e che, naturalmente, verranno completate e confermate con esami strumentali più mirati ed efficaci.

Come si deve presentare la lingua “in salute”?

È importante prestare attenzione all’aspetto e al colore della lingua per comprendere lo stato di salute e anticipare eventuali cure. “La lingua che esprime buona salute deve essere di colore roseo ai bordi, più chiara al centro, deve essere umida e con i margini lisci”, afferma il professor Monti. E aggiunge, “deve potersi estroflettere e sollevare sul palato senza difficoltà”.

Quando la lingua è il segnale di qualcosa che non va?

Dall’osservazione dello stato e del colore della lingua si possono diagnosticare i primi sintomi di diversi tipi di malattia.

Ecco quando la lingua ci dice che qualcosa non va:

  • Lingua secca = disidratazione, problemi renali, diabete.
  • Lingua ruvida = mancanza di vitamine, infiammazione.
  • Lingua pallida = stato di anemia.
  • Lingua bianca = malattia infettiva in atto, gastrite, ulcera gastrica.
  • Lingua marrone/nera = sviluppo batterico sulla lingua, gastrite, fumo.
  • Lingua verde/gialla = disturbi di fegato, cistifellea o milza.
  • Lingua liscia che ha perso i villi = stato di deperimento, malattia tumorale, malattia del fegato.
  • Lingua ingrossata = malattia che deposita proteine (amiloidosi).
  • Lingua con le impronte dei denti = stato di tensione psichica, ansia.
  • Lingua a fragola = scarlattina.
  • Lingua a carta geografica = stato allergico di tipo Atopia (raffreddore da fieno, dermatite atopica).
  • Lingua urente (che brucia) = stato di depressione psichica.
  • Lingua erosa = Lichen orale (malattia infiammatoria).
  • Lingua con chiazze bianche (leucoplachia) = stato pretumorale della lingua.
  • Lingua con punti rossi (tipo angiomi) = malattia angiomatosa che interessa fegato/polmoni.
  • Lingua con la faccia inferiore gialla = inizio di malattia itterica del fegato.
  • Lingua plicata (con pieghe) = stato allergico di tipo Atopia.
  • Lingua bucata = esiti di piercing che non si possono riparare.
  • Lingua gonfia = orticaria in atto.
  • Lingua con puntini bianchi = mughetto, stato di immunodepressione.
  • Lingua che devia quando viene protrusa = danno neurologico, ictus.

 

I numeri di Humanitas
  • 12.000.000 Visite
  • 1.000.000 pazienti
  • 7.300 professionisti
  • 190.000 ricoveri
  • 12.000 medici