Il poliambulatorio Humanitas Medical Care di via Domodossola, a due passi dall’avveniristico quartiere City Life di Milano e ben servito dai mezzi pubblici, offre una serie di prestazioni relative a diverse branche specialistiche, tra cui l’Oculistica.

L’obiettivo del nuovo ambulatorio di Oculistica di via Domodossola è quello di garantire un’assistenza clinica specifica di altissimo livello per ogni necessità del singolo paziente, utilizzando i più avanzati protocolli diagnostici e terapeutici.

Abbiamo chiesto al dottor Fabrizio Camesasca, che vanta una lunga e particolare esperienza nel ripristino della funzione visiva e nella correzione dei difetti refrattivi, di illustrarci l’architettura dell’ambulatorio e i servizi offerti.

Come opera l’ambulatorio oculistico di HMC di via Domodossola a Milano?

“L’ambulatorio oculistico HMC di via Domodossola si integra e collabora in modo sinergico con l’unità operativa di Oculistica di Humanitas Rozzano. Presso l’Oculistica Humanitas di Rozzano si effettuano visite, diagnosi e interventi di natura oculistica in ogni settore. Viene offerto un servizio di assistenza oculistica sia generale sia ‘per filone’ (quindi super specialistico)”, afferma il Dott. Camesasca.

HMC Domodossola ha l’ambizione di diventare un centro ambulatoriale sia di primo livello sia, gradualmente, di livello avanzato. Gli specialisti che vi lavorano sono, infatti, in grado di inquadrare e affrontare tutti i principali problemi dell’apparato visivo e di indicare le soluzioni più idonee a vantaggio del paziente, sia nell’età adulta sia nell’infanzia. Seguendo la medesima organizzazione dell’Oculistica Humanitas di Rozzano, in HMC Domodossola è già attivo un servizio di Oculistica sia generico sia organizzato per i principali filoni super-specialistici.

Da quanti medici è composto l’ambulatorio?

Al momento, l’équipe dell’ambulatorio è composta da quattro oculisti molto competenti, ciascuno specializzato in uno o più campi differenti dell’oftalmologia, in grado quindi di suggerire le soluzioni più indicate per trattare le diverse patologie dell’occhio.

“In Humanitas e in HMC Domodossola mi occupo principalmente di interventi di chirurgia refrattiva e della cataratta”, afferma il dottore.

E aggiunge: “In HMC Domodossola l’unità di Oculistica verrà presto integrata con la presenza di un ortottista (tecnico laureato che segue le problematiche della motilità oculare), al fine di valutare al meglio quali possano essere le patologie dei pazienti, quindi sia solamente oculistiche sia unitamente ad altri disturbi”.

Quali principali malattie dell’occhio vengono trattate?

“L’ambulatorio è specializzato nella chirurgia refrattiva per la correzione dei vizi visivi quali miopia, ipermetropia, astigmatismo, e nella cura di pazienti affetti da malattie della retina, glaucoma, cataratta (ossia l’opacamento della lente posta all’interno dell’occhio, il cristallino), una delle patologie più frequenti in assoluto”, spiega l’esperto.

L’ambulatorio di Oculistica è rivolto anche alle problematiche dei bambini?

Nella struttura c’è un particolare interesse per l’oftalmologia pediatrica, ossia per la cura delle patologie oculari dei bambini.

“Nell’ambulatorio di via Domodossola – spiega Camesasca – operano oculisti preparati particolarmente in ambito pediatrico e la loro quotidiana cooperazione con altri specialisti assicura un approccio più completo a tutti i problemi dell’età infantile”.

E aggiunge: “Inoltre, l’unità oculistica di via Domodossola interagisce con l’Ambulatorio di Psicologia dell’Apprendimento, che si occupa dei problemi di dislessia”.

Con quali strumenti vengono diagnosticate le patologie oculari?

“In ambulatorio vengono eseguite le principali attività diagnostiche per la valutazione delle malattie della parte anteriore e posteriore dell’occhio con strumenti quali la topografia e la tomografia corneale, l’OCT della retina e del nervo ottico”, risponde l’esperto.

In quale modo è possibile accedere all’ambulatorio?

Il servizio di prenotazione del centro HMC di via Domodossola è in grado di indirizzare il paziente, almeno a livello base, direttamente alle differenti sotto-specialità dell’Oculistica.

“Solitamente il paziente effettua dapprima una visita generica e, a seconda dell’esito e della patologia riscontrata, viene affidato a oculisti specializzati in particolari problematiche che riguardano l’occhio e la vista”, riferisce il dottor Camesasca.