Come prevenire il gozzo della tiroide?

La sua formazione può essere parzialmente prevenuta tramite il consumo dl sale iodato, alimento facile da reperire in vendita sia nei supermercati che in molti negozi di alimentari.

 

La formazione del gozzo è difatti dovuta all’introduzione – o meno – di iodio all’interno dell’organismo; il fabbisogno giornaliero di questo elemento per un uomo adulto, è di 90 microgrammi al giorno.

 

Al fine di sopperire alla mancanza di iodio in natura, soprattutto nelle zone montane, il sale iodato viene inserito nel pane da parte dei panettieri e viene impiegato nelle mense.

 

Si tratta di un tipo di previdenza che ha un effetto positivo soprattutto nei confronti dei bambini. Sugli adulti che hanno già sviluppato dei noduli gli effetti sono minori, anche se è sempre e comunque consigliabile che anch’essi integrino la loro alimentazione con delle giuste dosi di sale iodato.

 

Area medica di riferimento per il gozzo della tiroide

Per saperne di più sull’equipe di Humanitas Gavazzeni Bergamo che cura il gozzo della tiroide o struma tiroideo, si veda l’Ambulatorio di Endocrinologia.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.