Nei casi di stitichezza, intestino irritabile (IBS) o colite, si fatica ad evacuare perché le feci divengono dure e secche.

Quali sono i rimedi contro le feci dure?

Se le feci dure sono provocate da stitichezza o insufficiente attività intestinale, si possono assumere più fibre e mangiare verdura, frutta, cereali integrali e bere acqua in abbondanza.
Anche praticare sport aiuta l’intestino nella sua regolarità. In caso estremo, per sbloccare l’intestino, si prevede l’assunzione di lassativi.

Quali malattie si possono associare a feci dure?

Le malattie che possono collegarsi al problema delle feci dure sono:

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Feci dure, quando rivolgersi al proprio medico?

Se il disturbo si palesa saltuariamente, o è correlato a stitichezza, non sono necessarie cure mediche specifiche. E’ però sempre consigliato fare presente al medico la propria condizione di salute e, a volte si rivela molto utile contattare un nutrizionista o gastroenterologo per un parere specifico. Se le feci dure permangono oltre tre settimane, se si soffre perennemente di dolore addominale, se il sintomo si alterna a diarrea e le feci sembrano essere più sottili del solito (con comparsa di sangue e inaspettata perdita di peso) è strettamente necessario richiedere un consulto medico.