La gengiva è un tessuto di pelle molle che circonda l’arcata dentaria superiore e inferiore e contiene al suo interno molti vasi sanguigni. Quando le gengive diventano sensibili, si avvertono sensazioni di dolore e fastidio durante i pasti o mentre si bevono bevande calde o troppo fredde. La causa di questi sintomi è dovuta ad uno stadio infiammatorio delle gengive (gengivite) e può interessare un solo dente, o una parte estesa dell’arcata dentaria. Altri disturbi associati all’arrossamento possono essere sanguinamento delle gengive e gonfiore.

Quali sono i rimedi contro le gengive sensibili?

Per prevenire il disturbo delle gengive sensibili è importante eseguire una corretta pulizia orale, lavando i denti due volte al giorno, preferibilmente dopo ogni pasto e spazzolarli in modo corretto, utilizzando spazzolini morbidi che non vadano ad irritare le gengive. Si possono impiegare colluttori e dentifrici specifici: anche evitare di fumare e bere alcolici aiuta molto le gengive a non infiammarsi.

Quali malattie si possono associare alle gengive sensibili?

Le malattie che possono generare sensibilità gengivale sono:

  • Gengivite
  • Menopausa
  • Traumi

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Gengive sensibili, quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di sensibilità alle gengive è importante chiedere un parere medico e non sottovalutare il problema, anche qualora si presentasse in maniera debole e il fastidio sembrasse sopportabile.