La mucorrea è la perdita di muco espulso insieme alle feci. Esso serve per mantenere il colon ben lubrificato ed è pertanto perfettamente normale una sua parziale secrezione. Ma se tale perdita di muco aumenta potrebbe essere il segnale di ostruzioni o infezioni del colon, disturbi intestinali e malattie, come il morbo di Crohn, ulcera o addirittura tumore del colon retto. A seconda della causa scatenante, vi sono altri sintomi associabili a tale disturbo; si possono infatti presentare nausea, vomito, febbre, orticaria, diarrea, gonfiori o dolori addominali, crampi, incontinenza fecale, sangue nelle feci, tachicardia e stato confusionale.

Quali sono i rimedi contro la mucorrea?

La cura più adatta contro la mucorrea dipende dalla sua origine. Ẻ consigliato informare il medico curante qualora si notasse un aumento di muco nelle feci, in modo da avere una precisa indicazione medica e sondare la causa effettiva del disturbo.

Quali malattie si possono associare alla mucorrea?

Le malattie associabili a mucorrea sono:

  • Allergie alimentari (es. Intolleranza al lattosio)
  • Celiachia
  • Clamidia
  • Colite e colite ulcerosa
  • Diverticolite
  • Emorroidi
  • Fistole anali
  • Gastroenterite
  • Gonorrea
  • Morbo di Crohn
  • Occlusione intestinale
  • Parassitosi
  • Polipi intestinali
  • Proctite
  • Salmonella
  • Sindrome dell'intestino irritabile
  • Tumore del colon retto e tumore dell'ano
  • Ulcere rettali

È bene precisare che questo elenco non è esaustivo.

Mucorrea, quando rivolgersi al proprio medico?

Se la mucorrea si associa a febbre, o si avvertono cambiamenti nella defecazione, è opportuno consultare il medico. Nei casi più critici, nei quali vi sia sangue nelle feci, si sospettasse una disidratazione e diminuzione di urine che diventano più scure, comparisse febbre molto alta, spossatezza e capogiri, sarà necessario recarsi immediatamente in pronto soccorso.