Una specialità dedicata a

La logopedia si occupa della prevenzione, della valutazione e del trattamento dei disturbi della parola, della voce, del linguaggio orale e scritto e della comunicazione, in età evolutiva, adulta e geriatrica.
La logopedia permette, inoltre, la risoluzione di difficoltà connesse agli apprendimenti scolastici (dislessia, disortografia, discalculia, disgrafia).

 

Le nostre visite ed esami

 

Rivolgiti al logopedista, quando?

La visita logopedica si rivolge a pazienti in età evolutiva, adolescenziale, adulta e geriatrica.


In età evolutiva e/o adolescenziale, la logopedia si rivolge a coloro che soffrono di:

  • Disturbi Specifici di Linguaggio (DSL): deficit recettivi e/o espressivi dello sviluppo del linguaggio nelle sue componenti articolatoria, fonologica, morfo-sintattica e lessicale
  • Ritardo di linguaggio: parlatori tardivi (late talkers) di 2-3 anni
  • Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA): dislessia (difficoltà nella lettura), disortografia e disgrafia (difficoltà nella scrittura), discalculia (difficoltà numeriche e di calcolo)
  • Disturbi di linguaggio e di apprendimento secondari: difficoltà nelle componenti recettive e/o espressive dello sviluppo del linguaggio dovuto alla presenza di disturbi neuro-cognitivi (es. PCI, Sindrome di Down, ritardo mentale), di disturbi sensoriali uditivi (ipocusia o sordità)
  • Disfluenza: disturbi della fluenza verbale (balbuzie)
  • Disfonia: alterazione della voce
  • Deglutizione atipica: alterazione di funzioni orali come suzione, deglutizione, masticazione e respirazione causate da uno squilibrio muscolare oro-facciale, che può interessare la lingua, le labbra, la muscolatura del mento e masticatoria e la struttura dentaria (possibile presenza di una mal posizione dei denti)
  • Autismo: difficoltà nell’interazione sociale reciproca, nell’abilità a comunicare idee e sentimenti e nella capacità di stabilire relazioni con gli altri


In età adulta e/o involutiva, la logopedia si rivolge a coloro che soffrono di:

  • Afasia: disturbo di linguaggio insorto in seguito a una lesione cerebrale, che compromette le capacità di comprensione e/o produzione
  • Disartria: difficoltà di linguaggio dovute ad un ridotto controllo dei muscoli coinvolti nell’atto di produzione dei suoni linguistici
  • Disfagia: difficoltà della deglutizione
  • Disfonia: alterazioni della voce